Eventi e news

Autoteam S.P.A.

21 agosto 2018

Il cellulare alla guida, ecco le normative

Il cellulare alla guida, ecco le normative

Tutti ormai sanno che il cellulare alla guida è severamente vietato, non soltanto per una questione di normative ma anche perché può metterci in grave pericolo, distraendoci dalla guida e portandoci quindi a fare anche incidenti. Nonostante si sia giustamente invasi da pubblicità progresso, informazioni divulgative, cartelloni stradali e molto altro che invitano a rispettare le normative legate al cellulare, sono in molti a trovarsi a rispondere ad una telefonata o ad un messaggio mentre sono alla guida. Quali sono esattamente le leggi e come  bisogna muoversi?

La prima cosa che bisogna tenere a mente sono le multe. La multa può superare i 1200 euro se usiamo il cellulare alla guida e, come stabilito dal 19 dicembre 2017, se veniamo sorpresi a fare la cosa una seconda volta rischiamo di avere una multa che addirittura raddoppi rispetto a quella precedentemente avuta.

Non è finita qui: viene ritenuto più grave della telefonata il digitare al telefono, ad esempio per inviare la propria risposta ad una e-mail oppure per rispondere ad una comunicazione su WhatsApp. Se l’automobilista viene colto in flagrante mentre svolge una di queste attività, può rischiare anche il ritiro della patente fino a 6 mesi, a discrezione di quanto dirà il prefetto.

Se per alcuni certi provvedimenti possono essere esagerati, i dati parlano chiaro e dimostrano che non lo sono affatto: il 27% degli incidenti stradali anche mortali, secondo quando riportato dal Consiglio di Sicurezza Nazionale, sono causati dall’uso del cellulare alla guida.

Insomma, la soluzione a tutto questo è che, se proprio si presenta la necessità inderogabile di parlare al telefono con qualcuno, nessuno vieta di farlo a patto che non lo si faccia in modo sconsiderato: questo nel senso che non è vietato utilizzare il cellulare con un sistema di viva voce, attraverso auricolari o Bluetooth. Restano però anche qui alcuni punti da chiarire.

Non è possibile, per esempio, tenere a tutto volume gli auricolari ad entrambe le orecchie: secondo quanto stabilito dall’Articolo 173 del Codice della Strada, non soltanto le mani di chi guida devono essere assolutamente libere da qualunque impedimento, ma anche le orecchie devono essere libere e non ci devono essere intralci uditivi per il guidatore. Questo a causa del fatto che, ad esempio con entrambi gli auricolari che trasmettono una voce ad alto volume, è difficile accorgersi di suoni importanti quando si guida, come il clacson di un’altra macchina. In parole semplici, tutti i sensi più importanti devono essere concentrati sulla guida e non su altro.

La causa di un incidente su 10 è proprio legato all’uso del cellulare, e la Francia ha deciso di adottare quello che potremmo definire l’approccio più duro d’Europa, vietando a 360 gradi l’utilizzo del cellulare mentre si è in automobile, non permettendone l’uso neanche con ausili che lascino libere le mani, come i succitati auricolari o i sistemi di viva voce. Insomma, un sistema volto a far mantenere ai guidatori la concentrazione assoluta sulla strada e sulla guida, senza ammettere distrazioni di alcun tipo che sono la causa principale degli incidenti stradali.

Contattaci per maggiori informazioni

La Ford Italia S.p.A. tratterà i tuoi dati personali riportati di seguito per dar corso alla tua richiesta. I tuoi dati potranno essere condivisi con il FordPartner per consentirci di evadere la tua richiesta. Per maggiori informazioni sul trattamento dei tuoi dati, l'eventuale trasferimento all'estero nonchè sui tuoi diritti, si prega di consultare l'Informativa Privacy della Ford.

Comunicazioni Marketing Ford

Ford Italia S.p.A. desidera trattare I tuoi dati per le finalità di marketing dettagliate nell'Informativa Privacy che ti preghiamo di leggere. Selezionando una o più modalità di contatto qui in basso acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali per finalità di marketing tramite il canale prescelto.

Torna alla lista